Centro di terapie l'Incontro Scuola di formazione Craniosacrale Biodinamico

Istituto di Ricerche Evolutive

Scuola di Craniosacrale Biodinamico

 

Programma della Scuola

Formazione in Craniosacrale Biodinamico

 

Il Craniosacrale Biodinamico è un arte che utilizza l’ascolto del corpo sui vari piani, non come diagnosi per poi agire, ma come “strumento” per favorire e riattivare le nostre risorse interne, le quali potranno poi portare ad un cambiamento e ad un auto equilibrio del nostro sistema.
Quest’arte è applicabile, oltre che nel campo terapeutico, anche nella nostra vita quotidiana per il nostro benessere ed equilibrio.
Nel percorso proposto si applicheranno le conoscenze dell`embriologia, dell’anatomia, del felt sense, dell'accompagnamento verbale, della elaborazione del trauma seguendo i principi del craniosacrale biodinamico. Attraverso auto trattamenti, lavori a coppie, in gruppo, esercizi di consapevolezza e movimenti corporei, contatteremo le nostre potenzialità, riconosceremo le nostre risorse, le incarneremo, le integreremo per farle proprie.

Questa formazione è indirizzata sia ad operatori professionali (fisioterapisti, infermieri, chiropratici, naturopati, riflessologi, shiatzuka, massaggiatori, odontoiatri,ecc.) che a quelli in formazione nel campo delle terapie corporee, della cura della salute, nelle terapie manuali e complementari che volessero sviluppare ed integrare una maggiore capacità e sensibilità di percezione, di palpazione e di ascolto.

È aperta anche a tutti coloro che sono interessati ad intraprendere una crescita personale e vivere un’esperienza di profondo contatto.
Oltre ad insegnare ed approfondire le basi del craniosacrale biodinamico, il nostro scopo sarà quello di fornire strumenti per poter riconoscere e vivere dentro noi stessi, per primi, i principi della terapia.


Si imparerà ad ascoltare, percepire e lavorare con questi sottili movimenti in modo cosciente, serio e professionale.
Uno degli indirizzi di questa formazione sarà anche quello di coinvolgere l’operatore ad utilizzare i principi di questa terapia negli auto trattamenti. 

L’insegnamento comprenderà quindi un continuo percepire, vedere e ascoltare, su se stessi, tutti i vari passaggi ed informazioni: ricordiamoci che la conoscenza passa attraverso l’esperienza.

 

L'attuale programma della scuola si attiene alle ultime direttive del Cranio Suisse e dell'RME

Per conoscere le normative visitare i siti:

www.craniosuisse.ch

www.rme.ch

 

La nostra scuola ha strutturato la formazione in programma nel seguente modo:

360 ore di formazione (I° modulo di 120 ore e II° modulo di 240 ore), di cui 60 ore di anatomia specifica al craniosacrale biodinamico,

66 ore di approfondimento sull'embriologia, (la partecipazione é facoltativa, ma il monte ore é necessario per completare quanto richiesto dal Cranio Suisse),

24 ore di approfondimento sul counseling (la partecipazione é facoltativa ma il monte ore é necessario per completare quanto richiesto dal Cranio Suisse),

Inoltre si richiedono 150 ore di conoscenza di base in medicina generale (conforme alle direttive RME) da attestare con diploma rilasciato da scuole autorizzate.

il I° modulo é di 120 ore di insegnamento per 6 seminari

  • venerdì h. 14.30 - 18.30
  • sabato h. 9.00 - 13.00 / 14.30 - 18.30
  • domenica h. 9.00 - 13.00 / 14.30 - 18.30 per un totale di 20 ore per seminario

L'iscrizione e la frequenza al I° Modulo non comporta alcun vincolo da parte del partecipante per il proseguimento della formazione.

Programma del I°Modulo

Premessa:
Il lavoro orientato sulle risorse per l'elaborazione del trauma e l'accompagnamento verbale al processo verranno introdotti durante il I° Modulo e continuamente approfonditi durante tutta la formazione, così come l'approccio terapeutico in relazione ad ogni tema presentato.

 

Principi di base del craniosacrale biodinamico

  • Cenni storici
  • L'anatomia e fisiologia del sistema Craniosacrale,
  • Il sistema di Respirazione Primario (SRP) ed il movimento fluttuante del Respiro
    Vitale (RV) : long tide, mid-tide, impulso ritmico craniale
  • I 5 aspetti del meccanismo respiratorio primario
  • Presenza, limiti e contatto terapeutico
  • Percepire, vedere e ascoltare i sottili movimenti e le fluttuazioni
    del sistema craniosacrale
  • L'intelligenza interiore e la capacità all'autoguarigione
  • Il modello olografico
  • Le diverse pulsazioni ritmiche, le fluttuazioni del liquido, i movimenti dei tessuti
  • Il sistema membranoso della Dura-Mater
  • Il liquido cerebrospinale (liquor)
  • Introduzione dei concetti di forma, fulcro, equilibrio della tensione e stillpoint
    funzionale
  • "Costruzione" delle risorse
  • Risorse interne ed esterne
  • Come riconoscerle, prenderne contatto, attivarle e mantenerle
  • Il significato della calma, del silenzio nel processo di guarigione
  • Percezione del principio dell'ordine e della guarigione
  • Riconoscere e percepire le forze biodinamiche e biocinetiche
  • Stillpoint: CV4-EV4
  • Conoscenza dei canali di comunicazione: visivo, cinestetico, uditivo
  • Introduzione alla mobilità delle ossa craniali
  • Il sistema membranoso in rapporto alle ossa del cranio
  • La corda dorsale (notocorda)e le forze attorno alla linea mediana
  • Connessione tra le ossa del cranio e del bacino

il II° modulo é di 240 ore di insegnamento per la formazione di craniosacrale,

più 66 ore di approfondimento sull'embriologia

più 24 ore di approfondimento sull'accompagnamento verbale

sarà strutturato nel seguente modo:

  • inizierà con il seminario del 25-26-27 novembre 2011 di 24 ore, condotto da Sandra Affinito il tema sarà:

CORSO DI MICROCOUNSELING Competenze di counseling per l’operatore craniosacrale. Stabilire una relazione efficace con il cliente. Migliorare la capacità di accoglienza, di ascolto e di risposta. Sviluppare l’empatia e la capacità di sintonizzazione emotiva.

Contenuti: Il counseling e l’approccio centrato sulla persona; Le competenze emotive dell’operatore; La comunicazione verbale e non verbale; L’ascolto attivo e l’empatia; Gli ostacoli alla comunicazione efficace; Il feedback fenomenologico; Alleanza operativa come fattore di successo; Le comunicazioni difficili: come affrontare i disaccordi proteggendo la relazione.

Metodologia: In aula vengono svolte attività di gruppo finalizzate al confronto e alla creazione di un clima positivo che coinvolge i partecipanti, facilitando la libertà di espressione, l'apprendimento e la produzione di soluzioni creative. Gli argomenti vengono trattati a partire dall’esperienza concreta e si alternano i momenti di passaggio di nuovi concetti e informazioni ai momenti di applicazione dei concetti ai casi reali. Viene privilegiato l'uso del metodo esperienziale (esercitazioni pratiche, casi, simulazioni e role-playing) che facilita la concettualizzazione e la costruzione di concetti chiave.

  • nei successivi 8 incontri il venerdì di ogni seminario (per circa 8 ore) sarà dedicato all'approfondimento sull'embriologia inerente al craniosacrale, per un totale di 66 ore, il sabato e la domenica proseguirà la formazione di craniosacrale come da programma (16 ore per seminario, per un totale di 128 ore)

    Orari:

    • venerdì h. 9.00-13.00 / 14.30-18.30
    • sabato h. 9.00-13.00 / 14.30-18.30
    • domenica h. 9.00-13.00 / 14.30-18.30
  • gli ultimi 5 seminari (di 22 ore circa per seminario) saranno dedicati al completamento della formazione di craniosacrale per un totale di 112 ore)

    Orari:

    • venerdì h. 9.00-13.00 / 14.30-18.00
    • sabato h. 9.00-13.00 / 14.30-18.00
    • domenica h. 9.00-13.00 / 14.30-17.30

Gli incontri che si terranno per il raggiungimento delle 90 ore (66+24) sono richiesti dal Cranio Suisse per il riconoscimento del diploma. Se un partecipante non fosse interessato al riconoscimento non sarà tenuto a seguire questo monte ore.

 

Programma del II° Modulo

Principi di base del craniosacrale biodinamico

  • Lo sviluppo embriologico del sistema nervoso centrale (SNC)
  • Anatomia, fisiologia, patologia del SNC
  • Ventricoli cerebrali
  • Seni venosi
  • Lavoro specifico sulla forma, sui fulcri e sull'equilibrio della tensione
  • Fulcro di Sutherland
  • I diaframmi orizzontali

Ossa del cranio e del viso

  • Sviluppo embriologico
  • Anatomia, fisiologia e patologia delle ossa del cranio e del viso
  • Movimento craniosacrale delle singole ossa
  • La mobilità delle ossa craniali, le resistenze rigide ed elastiche
  • Il sistema membranoso in rapporto alle ossa del cranio
  • Ossa del viso in relazione alle ossa del cranio
  • Rapporti membranosi, ossei ed energetici attorno all'osso etmoide
  • Seni mascellari, seni frontali, seni sfenoidali, cavità nasale, cellule ariose dell'etmoide
  • Il palato duro, la mascella, l'osso palatino, il vomere e l'osso zigomatico

La dinamica nella colonna vertebrale

  • Lo sviluppo embriologico
  • Anatomia, fisiologia, patologia della colonna vertebrale
  • La dinamica e la mobilità della colonna vertebrale
  • Le lesioni della colonna vertebrale
  • Nervi spinali e sistema nervoso autonomo
  • Le costole
  • I segmenti iperstimolati e i rapporti con gli organi
  • Triade: occipite, atlante, epistrofeo

Il bacino

  • Sviluppo embriologico
  • Anatomia, fisiologia, patologia e dinamica del bacino
  • Articolazione ileo sacrale e lombosacrale
  • Collegamento membranoso
  • Connessione con le ossa del viso e del cranio

La dinamica del movimento nelle articolazioni

  • Sviluppo embriologico dell'articolazione temporo mandibolare (ATM)
  • Anatomia, fisiologia e patologia della ATM
  • L'articolazione ATM con legamenti e muscoli
  • L'osso ioide con legamenti e muscoli
  • Collegamenti con la tiroide, timo e pericardio
  • Effetti dei trattamenti ai denti
  • Lavoro con le articolazioni in generale
  • Sviluppo embriologico dell'articolazione sfenobasilare (ASB)
  • Anatomia, fisiologia e patologia della ASB
  • Schemi di movimento fisiologici e non fisiologici delle ossa della base del cranio
  • Triade embriologica dello sfenoide, occipite e atlante
  • Rapporti con tutto il corpo

Il corpo come unità attraverso il tessuto connettivo

  • Sviluppo embriologico
  • Anatomia, fisiologia e patologia del tessuto connettivo
  • Sentire fulcri e resistenze nel tessuto connettivo
  • Accompagnamento dei movimenti del corpo

Piano di trattamento innato e la dinamica della nascita

  • Lo sviluppo fetale ed embriologico
  • Concepimento:prima ignizione
  • Cuore: seconda ignizione
  • Nascita: terza ignizione
  • La dinamica della nascita
  • Approccio terapeutico agli schemi e ai traumi natali
  • Lesioni intraossee
  • Lavoro terapeutico con neonati e bambini
  • Approccio al piano di trattamento innato, schock e trauma nel sistema nervoso centrale

Etica e temi per la direzione di uno studio

 

Si é espressamente evitato di stabilire, a priori, il programma dettagliato e vincolante per ogni seminario, perché riteniamo, secondo la nostra esperienza, ci possano essere dei piccoli cambiamenti a dipendenza delle dinamiche che si possono presentare all'interno dei vari gruppi. Si garantisce comunque l'espletamento completo del programma della scuola.

 

 

 

La formazione sarà sotto la direzione del:

Istituto di Ricerche Evolutive

L'IncOntrO

Scuola di Formazione in Craniosacrale Biodinamico

CH 6600 Locarno via Rovedo 16

Riconosciuta dall'Associazione Cranio Suisse www.craniosuisse.ch

Conforme alle attuali direttive della RME-Registre De Medecine Empirique

 

 

L'Incontro Istituto di Ricerche Evolutive• Scuola di formazione Craniosacrale Biodinamico
CH 6616 Losone Via Mondine 14- tel.+fax +41 (0) 91 752 25 23 - info@cranio-sacrale.com